DaziT – Trasformazioni in dogana

Il programma di trasformazione DaziT dell'Ufficio federale delle dogane e della sicurezza dei confini (UDSC) è in corso dal 2018. Questo progetto globale durerà fino alla fine del 2026 e persegue tre obiettivi principali: la semplificazione e la digitalizzazione dei processi doganali e l'ulteriore sviluppo organizzativo dell'amministrazione doganale. In linea di principio, economiesuisse accoglie con favore questa modernizzazione. economiesuisse si adopera attivamente affinché il DaziT sia attuato nell'interesse dell'economia e rappresenti effettivamente delle semplificazioni per le aziende interessate.

La nostra posizione

su DaziT:

  • Procedure doganali moderne ed efficienti sono fondamentali per l'economia svizzera, collegata in rete a livello internazionale. Per l'industria svizzera dell’esportazione i processi obsoleti e complessi di oggi comportano tempi e costi aggiuntivi per un totale di circa CHF 500 milioni all'anno.
  • Uno degli obiettivi principali del DaziT è la semplificazione delle procedure doganali, come la standardizzazione, la digitalizzazione o l'automazione dei processi. Dal punto di vista di economiesuisse, questi obiettivi possono essere raggiunti senza comportare spese aggiuntive sproporzionate per l'economia.
  • Importanti progetti nell'ambito del DaziT, come il sistema di circolazione delle merci Passar, dovrebbero essere attuati con la massima priorità, con le opportune semplificazioni e nell'interesse dell'economia.

sulla nuova legge sulle dogane:

  • In linea di principio, economiesuisse accoglie con favore la semplificazione, la modernizzazione e la digitalizzazione dei processi doganali previste dalla proposta di legge.
  • Tuttavia, la revisione della legge è accompagnata anche da un certo spostamento delle disposizioni a livello di ordinanza. Dal momento che l'ordinanza non è ancora stata elaborata, non è possibile effettuare una valutazione complessiva.
  • economiesuisse ritiene essenziale che il testo giuridico sia formulato in modo chiaro, soprattutto per quanto riguarda la nuova terminologia. Per portare a semplificazioni significative per le aziende, i nuovi ruoli dovrebbero essere formulati chiaramente e le loro responsabilità regolamentate in modo coerente.
  • Le norme previste per la raccolta e il trattamento dei dati conferiscono all'amministrazione ampi poteri. In questo contesto, il requisito della necessità e della destinazione vincolata, oltre a garantire la protezione dei dati in generale, diventa particolarmente rilevante.
  • Inoltre, è necessario uno stretto coordinamento della revisione della legge doganale con le altre leggi ad essa collegate, in particolare la legge sull'IVA.

Per l’economia DaziT comporta molti cambiamenti in un'ampia gamma di settori. In primo luogo, con l'introduzione del nuovo sistema di traffico merci Passar, devono essere adattati i sistemi informatici delle singole aziende. In secondo luogo, con la nuova legge sulle dogane entrano in vigore nuove condizioni quadro legali. Terzo, le nuove procedure comportano nuovi processi amministrativi e nuove scadenze. Di conseguenza, l'economia svizzera attiva nel commercio estero è direttamente influenzata dal DaziT in larga misura e in molti modi. Nelle singole aziende i cambiamenti resi necessari da DaziT richiedono, una tantum, ingenti risorse finanziarie e umane. Per questo motivo, economiesuisse considera essenziale la partecipazione attiva degli ambienti economici a livello tecnico e strategico. Solo grazie a un'informazione tempestiva e continua sui vari sottoprogetti è possibile garantire la tempestiva implementazione interna dell'azienda e realizzare con successo DaziT.

Più informazioni: